SARDEGNA DEI GIUDICATI CHIESA DI SAN PIETRO CONVENTO CASA DI RIPOSO GIARDINI DI SAN PIETRO
 
LE ORIGINI
DEL COMPLESSO
GLI INTERVENTI
ARCHITETTONICI
LE OPERE
D'ARTE
IL GREMIO
DEI MASSAI
LE OPERE D'ARTE
La chiesa è ricca di opere d'arte di varie epoche.
La grande navata è abbellita dall'imponente e' pregevole altare maggiore dorato del XVIII secolo. Nella nicchia centrale si trova la statuetta tardogotica della Vergine delle Grazie col Bambino in ceramica policroma, il più importante oggetto di culto della Chiesa.
Nelle pareti laterali della tribuna sono affisse due grandi tele seicentesche: S. Pietro in Cattedra fra i Santi, del genovese Pantaleone Calvo, e di fronte S. Antonio di Padova, attribuito al fiorentino Baccio Gorini.
Nella seconda cappella si trova un Crocifisso ligneo del XVI secolo, di scuola locale, mentre nella terza cappella vi è l’organo con una splendida cassa armonica policroma scolpita nell'800 da Paolo Falchi.
Nell’ultima cappella si trova un altare ligneo dorato della seconda metà del '700, dedicato a San Salvatore da Horta. In una nicchia dell'altare si trova la statua dorata della “Madonna del Fico”, opera del '400 di origine catalana, di autore ignoto. Il bambino sul braccio sinistro afferra per le ali un uccello, che sta a simboleggiare le anime salvate.

Altare in legno dorato del XVIII secolo.