SARDEGNA DEI GIUDICATI CHIESA DI SAN PIETRO CONVENTO CASA DI RIPOSO GIARDINI DI SAN PIETRO
 
LA STORIA
DEL CONVENTO
LE FIGLIE
DELLA CARITA'
LA GESTIONE
PRIVATA
IL PERCORSO
VIRTUALE
GALLERIA
FOTOGRAFICA
GALLERIA
VIDEO
DA CONVENTO A CASA DI RIPOSO
Il complesso di san Pietro in Silki, sorto nell'XI secolo come Abazia delle Suore Benedettine, era una grande struttura autosufficiente, grazie ai vasti appezzamenti di terreno e alla disponibilità di servi per tutte le diverse attività. Ebbe nei secoli un'importante funzione economica e sociale, come testimoniano gli scritti del Condaghe, che con annotazioni di tipo notarile ne tracciano la storia dal XI al XIII secolo.
Nel XV secolo fu ceduto ai Frati Minori Francescani, che modificarono notevolmente le strutture precedenti: la loro presenza durò fino al XIX secolo, quando Vittorio Emanuele II cambiò la destinazione del complesso, che divenne ricovero di Mendicità, a cui la Regina Margherita dette il suo patronato.
La gestione fu affidata alle Suore di San Vincenzo, che oltre alla missione principale svilupparono varie altre iniziative assistenziali a favore degli orfani di guerra, delle fanciulle disagiate, fino a creare una scuola per i figli dei contadini e per gli ospiti.
Dopo più di un secolo, nel 1996, fu passato alla gestione privata come Ente morale con personalità giuridica e la sua attività si estese ai soggetti in difficoltà per causa di patologie cognitive, come demenza senile, alcolismo e Alzheimer.