PUNTO DI INTERESSE 2 - I FINANZIAMENTI E I BENEFATTORI

Per sostenere finanziariamente l’Istituto concorrevano oblazioni e offerte, iniziative benefiche, lasciti e collette.
Molti benefattori contribuirono al mantenimento dei ricoverati. I benefattori venivano ricordati con targhe, busti marmorei o lapidi, a seconda dell’entità della donazione e, dopo la morte, con un servizio funebre in suffragio.
Nella sala di ingresso, su un lato del chiostro, vi è la Sala dei Donatori, dove una serie di busti ricorda importanti benefattori.
Una targa ricorda il Capitano in ritiro Antonio Luigi Sancio lascia erede di tutte le sue sostanze il Ricovero (22 maggio 1879).

Eventi di beneficenza sono reperibili nella documentazione dell'Istituto, ad esempio:

  • Grande Tombola nel giardino pubblico con musiche, alberi di cuccagna, lancio di palloni, a favore del Ricovero di Mendicità (13 agosto 1871)
  • Serata al Teatro Civico con la commedia di Enrico Costa “Gli organetti” con un incasso di L. 824 (24 aprile 1875)
  • Passeggiata di beneficienza con il ballo La Moresca e carri allegorici a favore del Ricovero (24 febbraio 1876)
Fonte: Costa E., Sassari, Volume terzo, Parte XII, Edizioni Gallizzi, Sassari, 1992

La Sala dei Benefattori