SARDEGNA DEI GIUDICATI CHIESA DI SAN PIETRO CONVENTO CASA DI RIPOSO GIARDINI DI SAN PIETRO
 
LA STORIA
DEL CONVENTO
LE FIGLIE
DELLA CARITA'
LA GESTIONE
PRIVATA
IL PERCORSO
VIRTUALE
IL RICOVERO DI MENDICITA' E LE SUORE DI SAN VINCENZO
Il Ricovero di Mendicità in Sassari fu creato da Vittorio Emanuele II nel 1869 come Corpo morale per fare cessare il pubblico accattonaggio. Ebbe poi il patronato della Regina Margherita.
Fino dalla sua istituzione ebbe sede nel complesso di edifici del Convento.
L’Istituto si manteneva con le offerte dei Benefattori, di cui ci sono le memorie nel chiostro, e con le entrate dai terreni. Gli ospiti ottenevano un compenso per il lavoro e si favoriva la formazione di muratori, scarpai, sarti, falegnami e cuochi.
Dal 1880 le Figlie della Carità di San Vincenzo gestirono il Ricovero. Nel 1920 istituirono le Sezioni per gli Orfani di Guerra e per la Protezione della Giovane, fanciulle in situazioni disagiate. Si creò anche una scuola per i figli dei contadini della zona, gli orfani di guerra e i piccoli ricoverati.
Dal 1933 il Sindaco e il Presidente della Congregazione di Carità di Sassari entrarono nell’Amministrazione nel Ricovero.
Gli ospiti erano ricoverati per ordine di Polizia Urbana, Regia Questura, Commissario Prefettizio e Ufficiale Sanitario. Vi erano anche molte richieste dei Podestà per l’ammissione di persone indigenti di altri comuni.