SARDEGNA DEI GIUDICATI CHIESA DI SAN PIETRO CONVENTO CASA DI RIPOSO GIARDINI DI SAN PIETRO
 
GLI ORTI E
I FRUTTETI
I MIRTI
E I LECCI
LA CASA
DEL DUCA
IL PERCORSO
VIRTUALE
I MIRTI E I LECCI
I mirti e i lecci secolari sono di particolare interesse botanico per le loro dimensioni non comuni e per la loro età: a questo hanno contribuito la fertilità del terreno vulcanico e un microclima particolarmente favorevole.
I Lecci secolari furono piantati su iniziativa di padre Dimas Serpi, Superiore del Convento di San Pietro in Silki nel 1594, creando un imponente viale che porta al frutteto.
I Mirti di San Pietro sono citati da Antoine-Claude Pasquin "Valery" (1789-1847)nella sua opera "Voyages en Corse, à l’île d’Elbe et en Sardaigne" :
    "Tre mirti enormi formavano da soli un fitto boschetto. Il mirto, in Sardegna, non è affatto quell’alberello gracile, frivolo, voluttuoso dei nostri climi nordici, ma un potente vegetale che raggiunge una grossezza straordinaria."

I Lecci del Giardino di san Pietro