SARDEGNA DEI GIUDICATI CHIESA DI SAN PIETRO CONVENTO CASA DI RIPOSO GIARDINI DI SAN PIETRO
 
LA NASCITA
DEI GIUDICATI
ORGANIZZAZIONE
DEI GIUDICATI
I GIUDICATI
E IL PAPATO
IL GIUDICATO
DI TORRES
LA SARDEGNA DEI GIUDICATI E LE ORIGINI DEL COMPLESSO
Per comprendere l’origine del Complesso storico di San Pietro in Silki è interessante ripercorrere la storia della Sardegna medioevale, dalla fine dei rapporti con Costantinopoli attraverso l'Esarcato di Ravenna allo sviluppo dei Giudicati, periodo in cui fu edificato questo Complesso.
In questa sezione vi è quindi una sintesi del progressivo declino dell'Impero Romano d'Oriente, di cui faceva parte la Sardegna nel primo Medioevo, che portò i Governatori locali a rendersi progressivamente indipendenti. Nacquero così i 4 Giudicati sardi.
Il Lugodoro, a cui è legata la storia del Complesso, era sotto il Giudicato di Torres (in buona parte corrispondente all'attuale provincia di Sassari). Esso aveva una florida economia basata su agricoltura, allevamenti e commerci marittimi.
Con il rafforzarsi dei Giudicati si svilupparono i rapporti col Papato, che inviò gruppi di monaci e suore dai vari conventi italiani per soppiantare la locale Chiesa Ortodossa.
Questi insediamenti portavano cultura e conoscenze atte a migliorare l'agricoltura: quindi furono favoriti dai Giudici, che donarono beni e terreni. Così fra i vari conventi e abbazie sorse anche il Complesso di San Pietro in Silki nell'XI secolo.



Antica mappa araba della Sardegna